BARYONYX - Trias (GhostRecordLabel, 2015)

Scritto da  Giovedì, 07 Maggio 2015 

L'energia del rock in "Trias" dei Baryonyx

Genere: Rock, pop
Voto: 6/10


"Trias" dei Baryonyx, è un cd con quattro canzoni (e un piccolo episodio esclusivamente elettronico) col quale scopro una band dal sicuro appeal pop rock, tre musicisti livornesi che producono insieme dal 2009, quindi con una grossa gavetta alle spalle, una grande esperienza. Tre musicisti con un sound classico di chitarre, basso e batteria che sembrano quasi aver ascoltato molto grunge e poi aver deciso di rifarlo qui da noi, in toni e colori più garbati, più italiani, più fruibili da un pubblico tartassato da aventi sanremesi.

L'ascolto di "Trias" è facile perché il ritmo invita alla festa già dalla prima track: "Nosen". Più complicata ma anche più fragorosa la seconda traccia: la scatenata "Via" che al minuto 3:07 decide di raddoppiare le martellate della batteria e ci incanala verso orizzonti più e ruvidi e metallici. È come se la band avesse qui voluto mostrare i muscoli. La frenesia insiste ne "L'orizzonte degli eventi" e si placa solo in "Nuvole di vetro" per adagiarsi nel frammento elettronico cui accennavo nell'incipit: "Sumi-e".

Sono bravi, sanno suonare e cantare ma il cd non ha un cavallo di battaglia indimenticabile o imperdibile e, pur intravedendo le potenzialità dei Baryonyx, mi sento lontano dal loro tipo di scrittura forse volutamente scarno, poco chiaro, strategicamente adatto a mettere in risalto la musica e a nascondere il senso del cantato, il narrato. Forse, intendo dire, hanno volutamente scelto una strada liricamente evanescente pur di raggiungere un effetto evocativo, generico, universale. Ma io questo non lo posso sindacare. Posso solo dire che il senso delle canzoni mi è rimasto precluso e più di una sufficienza, per ora, non gli do.


TRACKLIST:
01. Nosen
02. Via
03. L'orizzonte degli eventi
04. Nuvole di vetro
05. Sumi-e


BARYONYX sono:
- Matteo Ceccarini: voce
- Antonio Morelli: chitarra
- Alessio Luchetta batteria


Articolo di: José Leaci
Grazie a: GhostRecordLabel
Sul web: facebook.com/baryonyxband

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP