ANDREA CASSESE - Oltre gli specchi (Seltz Recordz, 2015)

Scritto da  Venerdì, 05 Giugno 2015 

"Oltre gli specchi" di Andrea Cassese: un prezioso sguardo maturo, gioiosamente infante come il suo spirito, simile in tutto per tutto a quello di chi non ha ancora smesso di giocare, di stupirsi, di stupire

Genere: Pop, Rock
Voto: 8.5/10


Con "Oltre gli specchi" si è di fronte al super album, il grande quadro che non ti aspetti e arriva improvviso dall'underground. La chimica si ottiene facilmente con i soliti ingredienti: bella voce, suoni che si impastano alla perfezione con la timbrica del cantante, nessuno strumento che riesca mai a sopraffare gli altri, gusto nell'esecuzione, padronanza e invenzione.

Perché Andrea Cassese è un mago, un artista, un inventore alla Verner, a lui legato da radici comuni casertane, da sonorità simili e dalla stessa soffice quanto inarrestabile poetica. La musica è bella in tutto l'album ma la vera star dell'album è la scrittura. Più di una volta si ha l'impressione di sentire un cantante che legge pagine di un libro: a volte la metrica lo aiuta a fondersi nella musica, a volte no, ma la dolcezza del totale non viene mai meno perché la voce di Cassese trasmette consapevolezza, saggezza e amore per la vita.

"Oltre gli specchi" è anche questo: luminosi segreti piccoli piccoli, snocciolati in gran numero, con ritmi serrati da rapper consumato mentre la voce mantiene una capacità di modulare che è musica pura. Cassese è "La gioia dell'imprevisto", una spruzzata di musica manuche, un profumo di jazz, il ritornello potente di "Quale colore", la maturità di "Anche quando non capiamo", la meteorologica preghiera de "L'ombra del muro". Cassese è un prezioso sguardo maturo, gioiosamente infante come il suo spirito, simile in tutto per tutto a quello di chi non ha ancora smesso di giocare, di stupirsi, di stupire.


TRACKLIST:
01. Gli alberi fanno il vento
02. Quale colore
03. Oltre gli specchi
04. Anche quando non capiamo
05. Ritratto
06. Le dita nei bar
07. La gioia dell'imprevisto
08. L'ombra del muro
09. Tapis roulant
10. Il gesto


Hanno suonato:
- Andrea Cassese: voce, chitarre
- Marco Corcione: tastiere
- Luigi Scialdone: chitarre
- Oscar Montalbano: chitarre
- Giacomo Pedicini: basso, contrabbasso, chitarre
- Antonio Esposito: batteria, percussioni, glockenspiel
- Gianfranco Campagnoli: tromba, flicorno
- Arcangelo Michele Caso: violoncello
- Stefano Jorio: violoncello
- Edo Notarloberti: viola, violino
- Fausto Mesolella: chitarre
- Ferinando Ghidelli: steel guitar


Articolo di: José Leaci
Grazie a: Viceversa Records
Sul web: facebook.com/andreacassese

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP