ALESSANDRA AMOROSO - Vivere a colori (Sony, 2016)

Scritto da  Mercoledì, 27 Gennaio 2016 

“Vivere a Colori” è il titolo del nuovo album che segna il ritorno sulle scene di Alessandra Amoroso

 

Genere: pop
Voto: 8/10

“Vivere a Colori” è il titolo del nuovo album che segna il ritorno sulle scene di Alessandra Amoroso, artista pop tra le più importanti del panorama attuale. Sono trascorsi due anni dall’ultimo disco “Amore Puro”, scritto e prodotto da Tiziano Ferro, e sette dal debutto nel mondo discografico con il singolo “Immobile”. In questo lungo periodo di successi la cantante ne ha collezionati: dai premi vinti alle varie manifestazioni musicali (5 Wind Music Awards) ai certificati di vendita dei suoi dischi e singoli (16 dischi di platino), consacrandosi quindi tre le interpreti italiane più di rilievo degli ultimi anni, tanto da spingere la sua casa discografica (Sony Music) a esportare la sua musica anche nei paesi latino americani. Se l’artista, nel corso della sua carriera, ha sempre fatto leva su ballad romantiche caratterizzate da arrangiamenti e testi mai troppo differenziati tra loro, stavolta è riuscita a uscire dalla sua “confort zone” e a dare a questo suo nuovo disco quella svolta artistica cominciata nel suo ultimo cd curato dal cantautore di Latina, e realizzatasi a pieno in questo nuovo disco.

“Vivere a colori” che vede le firme di diversi autori importanti, racchiude moltissime sfaccettature dell’Amoroso, che per la prima volta mette in luce il suo lato più allegro e felice mettendo da parte gli amori struggenti e le atmosfere melodrammatiche in favore di ballate d’amore più mature e adatte a una donna di trent’anni. “Stupendo Fino a Qui” è il primo singolo che l’artista dedica a tutte le persone che l’hanno sostenuta fino a questo momento della sua vita. Testo e musica sono opera della coppia Federica Camba e Daniele Coro che, in passato, hanno scritto per lei numerosi successi e che, in questo progetto, firmano anche “L’Unica Cosa da Fare”, “Appartenente” e “Non sarà mai”. Ritroviamo poi la penna di Tiziano Ferro nel brano “La Vita in un Anno” che, in questo caso, lavorando su un solo brano invece che su un progetto intero, riesce maggiormente rispetto alla passata esperienza nell’intento di creare una canzone che ben si sposa con l’originale timbro sabbiato della cantante. È il momento poi di “Avrò cura di tutto” firmata dal talentuoso Daniele Magro che è presente anche con “Fidati ancora di me“, due pop-ballad entrambe radiofoniche e coinvolgenti, che si vestono perfettamente con la voce dell’Amoroso e che ne impreziosiscono il progetto.

Arrivano poi la title track “Vivere a Colori” e “Comunque Andare”, brani composti con la collaborazione di Elisa e che sono il manifesto dell’intero progetto. I due brani sono due inni alla vita, alla voglia di non arrendesi mai e di individuare sempre la felicità come motore portante del nostro io. Le tracce hanno un arrangiamento che strizza l’occhio alla pop-dance dove, sul ritornello, esplodono in una festa di colori e di gioia che riesce realmente a iniettare una dose di positività nell’ascoltatore. Potevamo poi non imbatterci in Roberto Casilino e Dario Faini? Assolutamente no! E’ quasi impossibile ormai trovare un cd mainstream che non veda fra gli autori questi due grandi nomi, che hanno composto alcuni dei più amati successi degli interpreti degli ultimi anni. In questo lavoro sono presenti con i brani “Sul Ciglio Senza Far Rumore” e “Se Il Mondo Ha Il Nostro Volto”, entrambi dei buoni punti d’incontro tra quello che negli anni passati proponeva la cantante stessa e ciò che rappresenta invece il suo nuovo sound, anche se forse da due autori di questo calibro, per un progetto cosi notevole, ci si poteva aspettare qualcosa di più. Tocca poi a Federico Zampaglione, frontman dei Tiromancino, che scrive per la cantante salentina “Nel Tuo Disordine” unico brano che si differenzia dal resto dell’album per il gusto retrò e per le atmosfere pop anni ‘60.

Ritroviamo infine Dario Faini, questa volta con la promettente Federica Abbate ("Roma-Bangkok", "L’Amore Eternit") con il brano “Il mio stato di felicità”, pezzo particolarmente catchy e frizzante con cui l’artista chiude il suo album in linea con il leitmotiv di tutto il suo percorso. Un disco impeccabilmente pop con il valore aggiunto di vedere un’artista nazionalpopolare, che riempie i palazzetti e seguitissima sui social, portare a casa delle persone un messaggio di positività. E’ ricorrente nei testi la voglia di affrontare gli ostacoli con il sorriso, a cui Alessandra Amoroso aggiunge una voce che trasmette amore, un amore ecumenico ed universale. E’ costantemente presente come sottofondo l’immagine della vita intesa nella migliore delle accezioni, e anche se le tematiche possono non spiccare per la loro originalità, in un momento storico in cui si respira politica corrotta e terrorismo, è necessaria un po’ di leggerezza che ci conduca altrove, in quel luogo che da bambini abbiamo tanto sognato, ma che poi da adulti abbiamo “saggiamente” dimenticato.


TRACKLIST:
1. Stupendo fino a qui
2. Vivere a colori
3. La vita in un anno
4. Avrò cura di te
5. Mi porti via da me
6. Sul ciglio senza far rumore
7. L’unica cosa da fare
8. Comunque andare
9. Appartenente
10. Se il mondo ha il nostro volto
11. Nel tuo disordine
12. Fidati ancora di me
13. Non sarai mai
14. Il mio stato di felicità


Articolo di: Edoardo Bettoja
Sul web: alessandraamoroso.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP