ADDICTED - Lies Love and Laughter (La Fuente Records, 2008)

Scritto da  Martedì, 09 Settembre 2008 

Un misto di hard e glam anni ottanta, ben curato: gli Addicted, con il loro ultimo “Lies Love And Laughter”, non aggiungono niente di nuovo a un genere già ampiamente frequentato e a cui non sembra di poter chiedere più nulla ormai.

 

Genere: Rock

Voto: 6.5/10

Ascolta anche: Mötley Crue, The Cult

 

Un misto di hard e glam anni ottanta, ben curato: si va dal cantato melodico al rullante stizzito, dalla magniloquenza del riffing tipica dell’epoca all’irrinunciabile power ballad di rito. Gli Addicted, con il loro ultimo “Lies Love And Laughter”, non aggiungono niente di nuovo a un genere già ampiamente frequentato e a cui non sembra di poter chiedere più nulla ormai.

Molta maniera e qualche godibile sottofondo; pochi gli spunti veramente originali, che sembrano più che altro brillanti citazioni di altre bands: “You Have No Power Over Me” o il richiamo punk/funk di Rapture e Bloc Party, “Berlin” o gli Audioslave, “Everyday Anyway” o i QOTSA edulcorati degli ultimi tempi, e infine “Lies Kept You Alive” che ricorda molto da vicino la “Home Sweet Home” dei Mötley Crue o la “November Rain” dei Guns.

“Lies Love And Laughter” rispecchia un’idea di fare rock sorpassata, anche se in realtà ancora dura a morire, che difficilmente troverà sbocchi commerciali a meno di un’ennesima e incontrollata onda revival, lanciata da chissà quale emittente televisiva o radiofonica, che sicuramente metterà tutti d’accordo.

 

 

Tracklist:

1. ElectriCity (Let me burn)

2. You Have No Power Over Me

3. Lies Kept You Alive

4. Berlin

5. Everyday Anyway

6. Holding Back

7. Tales Of A Lonesame Soul

8. Still The Same

9. Fake

10. Promised Land

11. Out Of Time

12. Rain

 

ADDICTED sono:

Lu: voce

James: chitarra, cori

Vale: chitarra

Kid: basso

Brian: batteria

 

Articolo di: Fabrizio Allegrini

Grazie a: Addicted

Sul Web: Official Site - MySpace

 

TOP