Una stagione elegante, brillante ed intelligente! Così Giorgio Barattolo, Direttore artistico de Teatro della Cometa ha definito la trentesima stagione del teatro di Via del Teatro Marcello.

È pronta per il debutto, martedì 1 aprile in prima nazionale, “Frida Kahlo – Il ritratto di una donna”, opera che si preannuncia intensa, carnale e moderna quanto la figura che vuole raccontare. Lo spettacolo, interpretato da Alessia Navarro per la regia di Alessandro Prete, sarà in scena fino al 13 aprile al Piccolo Eliseo Patroni Griffi. Protagonista, in contemporanea con la grande mostra alle Scuderie del Quirinale, la pittrice messicana Frida Kahlo, personalità forte e complessa e simbolo dell'arte messicana del Novecento, qui raccontata non con una biografia didascalica ma attraverso i suoi quadri più celebri che in scena prendono vita narrando storie di donne, in un omaggio alla forza e all'identità femminile. Uno spettacolo moderno che fonde tutte le arti visive, dal teatro alla pittura alla danza e che promette tratti contemporanei e originali, con musiche messicane contaminate da toni hip-hop, effetti di luci e proiezioni e un nuovo palco girevole.

CloserLa scena è spoglia, ma ci pensano i protagonisti a riempirla con l’intensità della loro recitazione. Closer è un testo teatrale di Patrick Marber tradotto in film nel 2004, con un buon successo. Ma il palcoscenico è tutta un’altra esperienza, sia per chi recita sia per chi osserva da spettatore. Soltanto la dimensione del palcoscenico permette di assorbire a pieno le inquietudini che vivono i quattro protagonisti. Due uomini e due donne in una Londra contemporanea, frenetica e superficiale: l’impossibilità di instaurare rapporti profondi costituisce il motore della vicenda. Diretti da Sandro Mabellini quattro attori di talento, e di sicuro avvenire: Alessia Giangiuliani (Anne, la fotografa), Caterina Silva (Alice, la spogliarellista), Ettore Distasio (Larry, il dermatologo), Umberto Petranca (Dan, il velleitario scrittore). Abbiamo chiesto ad Alessia e Caterina – due donne molto sensibili, oltre ad essere brave attrici - di raccontarci un po’ questa esperienza col testo di Marber. Ne abbiamo approfittato per scoprire inoltre quali oggetti misteriosi si nascondono dentro la ‘valigia’ di un’attrice.

TOP