Lo spettacolo “L’Istruttoria”, a cura di Massimo e Roberto Marafante, ha debuttato al Parco Museo Ferroviario proprio il 27 gennaio, Giorno Della Memoria, e andrà avanti fino al 15 febbraio. Realizzato da “La Bilancia Produzioni Teatrali” con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica - Dipartimento cultura e in collaborazione con ATAC e con l'Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’ Amico, si inserisce nell’ambito del progetto #MEMORIAPRESENTE - un hashtag per non dimenticare.

Nella forma di una mise en espace, tre personaggi stretti nel palco senza separazione dal pubblico che sembra entrare a tutti gli effetti nella scena, raccontano tre vite allo specchio, la storia di tre sorelle, nell’incendio dello zarismo. Vicende personali e storiche si intrecciano. Alla minuzia degli oggetti di scena, pizzi e merletti che rievocano bene l’atmosfera di un mondo stantio al tramonto che non sembra mai stato giovane, fanno da controcanto tre voci potenti. Due delle sorelle sono interpretate da uomini, costringendo lo spettatore ad un lavoro di straniamento. Sono voci che coprono l’intera recitazione, per altro accennata, soddisfano me che amo molto le voci maschili nel leggere le parti femminili. Forse si potrebbe ridurre ancora la recitazione, lasciarla alla sola figura femminile, per concentrare l’energia, l’emozione e non dar l’impressione, in certi momenti, di un teatro di recupero.

TOP