Geniale e sconclusionato ad un tempo, un’opera mirabile di miniatura, di passione per il dettaglio e gli “elenchi”, una sorta di libro nel libro, come una matrioska di storie: quadri sinottici ripresi da diverse angolature che raccontano con tanto di disegni la vita e i personaggi di un condominio come un puzzle. Qualcuno realizza un puzzle del condominio stesso senza la facciata, mettendo a nudo la vita di questo microcosmo che diviene metafora della vita.

Racconti, colpi di teatro in atto unico, persino poesie, epigrammi, facezie e molto altro senza poter essere classificato con un genere letterario.
Un’idea originale per un libro, oggetto d’arte, non patinato che intreccia, senza cedere alla didascalia o all’idea della decorazione, arte pittorica, quella di Giancarlo Vitali e la parola. Di un Andrea Vitali in parte sconosciuto che esprime in questo volume il suo amore e la sua personale dedica all’eterno femminino di goethiana memoria.

Sulle Dolomiti, tra le montagne del gruppo del Sella, il regno animale incontra l'uomo.
Il racconto del re dei camosci, cresciuto in solitario e divenuto ben presto il capobranco, si sovrappone a quello del cacciatore, che ne ha ucciso la madre e molti altri esemplari.

Un libro decisamente originale, non un saggio su uno stile di vita, non una guida turistica, non un diario di viaggio, eppure tutto questo e non solo: destinazione le capitali del nord, Danimarca e Scandinavia che, al di là di alcuni miti e del recente interesse che la letteratura ha risvegliato, restano comunque misteriose. L’autrice racconta la vita di questi paesi passando da uno all’altro, con una miriade di informazioni, che sgorgano con la spontaneità di una conversazione colta. Luoghi per lei del cuore, studiati e approfonditi, senza quell’eccesso di pathos dei libri di viaggio dei giornalisti. Un libro che mette la voglia di un viaggio al nord, una riflessione su uno stile di vita molto diverso da quello mediterraneo, un oggetto di design esso stesso per l’originalità e la piacevolezza della veste grafica.

Elmet di Fiona Mozley

Scritto da Lunedì, 12 Novembre 2018

Ritratto brutale e commovente di una famiglia atipica che vive ai margini della società, in pochi mesi il romanzo d’esordio di Fiona Mozley ha conquistato tutti.

Nello scenario della II Guerra Mondiale, a causa della complessa situazione politica, il popolo ebraico è serrato tra l'ideologia antisemita ed il movimento sionista.

TOP