Un saggio che coglie i meccanismi di una esigenza intima, quella delle persone che per i motivi più disparati vorrebbero dedicarsi alla scrittura. Pescando anche dalla propria esperienza personale, Cotroneo analizza i possibili dubbi che angustiano chi vorrebbe scrivere un libro ma non ha mai imparato a farlo.

…le cose non si mettono in ordine perché restino intatte, si sistemano per invitare il tempo a fare il suo lavoro

“Loin de médine” di Assia Djebar

Scritto da Domenica, 02 Ottobre 2016

Solo nella memoria storica e nella “secolarizzazione” l’Islam è divenuta una religione al maschile così come quasi tutta la civiltà “occidentale”. Assia Djebar ci restituisce la profondità, l’importanza e la ricchezza delle voci femminili intorno al Profeta che lo hanno amato e che restituiscono la complessità e la contraddittorietà della vita.

“Eccomi” di Jonathan Safran Foer

Scritto da Venerdì, 23 Settembre 2016

Eccomi” è il nuovo atteso romanzo di Safran Foer, che dopo alcuni anni di silenzio ritroviamo in libreria, sempre edito da Guanda, con un volume di oltre seicento. Giovane scrittore americano dalla penna incantevole che ci aveva viziato con due bellissimi libri come “Molto forte, incredibilmente vicino” e “Ogni cosa illuminata”.

“Tina” di Alessio Torino

Scritto da Lunedì, 19 Settembre 2016

È difficile raccontare un dolore in estate. Tristezza, malinconia, i silenzi che si avviticchiano addosso mal si combinano con il sole, la brezza marina, i lunghi disimpegnati pomeriggi sulla spiaggia. È difficile raccontare lo smarrimento di quella strana età che è la preadolescenza. Ancor più difficile se questo smarrimento si combina con il senso di abbandono da parte di un padre e la strisciante sensazione che la colpa sia di chi è rimasto.

Per addolcire il ritorno alla quotidianità dopo una bella estate, ci si può tuffare in una lettura avvolgente, divertente, profonda, frammentaria e al contempo unitaria, che porta alla luce inconscio e realtà personali e collettivi.

TOP