Arnoldo Foà, un anno dopo

Scritto da Giovedì, 08 Gennaio 2015

Scompariva un anno fa, l’11 gennaio 2014, Arnoldo Foà uno dei più grandi attori italiani del ‘900.
Grande protagonista della cultura italiana del '900, attore di teatro, di cinema, tv, regista e doppiatore, ma anche scultore, pittore e poeta, era nato a Ferrara il 24 gennaio del 1916.

Traduzione di Mario Maffi

È la storia di un rivoluzionario, l’autobiografia di Leo Lionni: una sequela di «capriole cosmiche», come scrive lui stesso. Questo artista poliedrico ha sperimentato le più diverse forme espressive – grafica pubblicitaria, design, pittura, scultura, illustrazione per l’infanzia, scrittura –, spinto dal bisogno di esplorare le potenzialità narrative delle immagini e del loro intreccio con le parole. Un intento sovversivo che ha mostrato tutta la sua forza dirompente nei libri per bambini, a cominciare da piccolo blu e piccolo giallo (1959), vero e proprio spartiacque nel genere, non solo dal punto di vista formale.

Il libro descrive il percorso culturale dell'uomo e dell'artista attraverso più di vent'anni di produzione discografica,analizzando le sue canzoni e interpretando la sua poetica.Attraverso le parole del cantautore e la ricercatezza dei suoi testi poetici. l'autore del volume ha cercato di far vivere le tante pagine scritte negli anni, oltre la traccia del disco. Il libro si presenta, quindi, non solo come un viaggio nei suoni e nei colori della cultura partenopea, ma segue un percorso più ampio alla ricerca delle sonorità dell'intero Mediterraneo. Nel lavoro sono presenti l'intervista a Pino Daniele,la discografia e la filmografia.La prefazione è di Renato Marengo.

Mercoledì 14 gennaio 2015, alle ore 17.00, presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove - Via Michelangelo Caetani 32, Roma), verrà presentato il volume di Maria Iolanda Palazzolo, La nascita del diritto d’autore in Italia. Concetti, interessi, controversie giudiziarie, 1840-1941 (Viella, 2013). Intervengono: Lodovica Braida, Mario Infelise, Fabio Macaluso. Coordina: Alberto Petrucciani

Venerdì 9 gennaio 2015, alle ore 17.00, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea e l’Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea presentano, presso la sede della Biblioteca, (Palazzo Mattei di Giove - Via Michelangelo Caetani 32, Roma) il volume di Mario Rosa, Il giansenismo nell’Italia del Settecento. Dalla riforma della Chiesa alla democrazia rivoluzionaria (Carocci, 2014). Intervengono: Marina Caffiero, Francesco Margiotta Broglio, Carlo Ossola. Coordina: Marcello Verga.

Una narrazione che profuma di Libertà in ogni pagina e che è intrisa di poesia, biografia e pensieri che esaltano l'espressività dell'autore con una letteratura schietta, incondizionata e priva di appartenenza a ogni cliché letterario.

TOP