“La vita è sogno”. È tutto lì: nel sogno di un teatro vivo e creativo, nell’aspirazione a partecipare attivamente al suo esistere. DOIT! L’invito è al fare e al realizzare, ritornando all’artigianalità del teatro. Oggi più che mai in Italia, dove la cultura è un optional per pochi coraggiosi. Dal desiderio condiviso di Angela Telesca e Cecilia Bernabei nasce l’idea del DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro, alla sua prima edizione, in scena dal 28 aprile al 24 maggio presso il Teatro Due Roma.

Un premio per ricordare, non solo per attingere alla memoria, quanto per incentivare e promuovere nuovi testi. Sul testo e sul valore della parola ha puntato la prima edizione. Vincitore tra l’altro un allievo di Riccardo Cavallo, Roberto Attias, con un testo di grande impatto e impegno civile. Gli stralci letti dei tre testi finalisti commuovono, intrigano, appaiono ben costruiti. Interessante e decisamente originale, con un’ironia sottile, quello firmato da Tiziano Rovai.

L’Associazione Culturale L’Attore in Movimento
presenta


ISLA NERUDA
scritto e diretto da
Antonio Sanna


Liberamento tratto da
Memoriale di Isla Negra e Confesso che ho vissuto
di
Pablo Neruda


Teatro Argot Studio
Via Natale del Grande, 27 Roma

16 - 17 giugno
ore 21


con
Laura Amadei e Antonio Sanna


al violino
Claudio Merico

Martedì, 05 Febbraio 2013 20:44

Isla Neruda - Teatro Seminteatro (Roma)

Dal 17 gennaio al 3 febbraio. Un uomo e una donna in scena, vestiti di bianco; un violinista in fondo, sul piano rialzato; tante valigie di dimensioni diverse, foglie sparse e un dipinto. Questi gli elementi scenici e i protagonisti del nuovo lavoro di Antonio Sanna. Uno spettacolo su Neruda, uomo, poeta, esule, amante, politico. Neruda visto attraverso la sua biografia e le sue poesie.

Domenica, 27 Novembre 2011 22:50

Infinito Futuro - Teatro dell’Orologio (Roma)

Infinito Futuro

Dal 22 novembre al 18 dicembre. Angosce e visioni del futuro di matrice letteraria e cinematografica prendono corpo in un intenso lavoro di Antonio Sanna che dimostra la forza e la contemporaneità della drammaturgia italiana.

Infinito Futuro

Antonio Sanna - "A me piace approfondire…trovare una forma di utilità prima di tutto per me; non riesco a seguire un’idea che non mi dica nulla nella vita; forse non lo voglio fare, mi annoio; sono sempre attratto da cose che mi danno uno stimolo e se non ce l’hanno in partenza lo trovo strada facendo". “Infinito Futuro” torna in scena al Teatro dell’Orologio dal 22 novembre.

TOP