Il Teatro Eliseo si accinge a spegnere le sue prime cento candeline ma lo sguardo certamente non è solo rivolto ad una nostalgica rievocazione del passato: inesauribile energia creativa e linfa vitale pervadono la nuova stagione dello storico teatro di via Nazionale con una calibratissima miscela di prosa tradizionale e drammaturgia contemporanea, una grande attenzione dedicata ai migliori artisti emergenti ed uno sguardo rivolto alla cultura in tutte le sue declinazioni - scienza, letteratura, poesia, arte, musica, cinema, cucina - ed attento a tutte le generazioni. Alcuni dei protagonisti in arrivo sui palcoscenici di Eliseo e Piccolo Eliseo? Il padrone di casa Luca Barbareschi, Gabriele Lavia, Glauco Mauri e Roberto Sturno, Michele Riondino, Giorgio Tirabassi, Lello Arena, Carrozzeria Orfeo, Ficarra e Picone, Licia Maglietta, Eros Pagni e tanti altri… scopriamo i dettagli di una stagione 2018/2019 da non perdere, attraverso le parole del direttore artistico Luca Barbareschi.

Dal 28 febbraio all’11 marzo. Piero Maccarinelli porta in scena, con “La banalità dell’amore”, l’acclamato testo della scrittrice israeliana Savyon Liebrecht con una storia d’amore senza frontiere, quella tra Hannah Arendt e Martin Heidegger, una relazione da tanti definita impossibile o addirittura maledetta, certamente oggetto di aspre critiche e invisa ai più. Si tratta però, nonostante tutto, di un’immensa e universale dichiarazione di un amore che vive nel tempo, nonostante la storia, la filosofia e le vite umane sembrino essere, solo all’apparenza, prive di un qualsiasi legame, intrecciandosi poi violentemente nel modo più inaspettato.

Giovedì, 20 Ottobre 2016 20:25

Sarto per signora - Teatro Manzoni (Milano)

Dal 13 al 30 ottobre il Teatro Manzoni apre la sua stagione di Prosa con un testo di Feydeau, “Sarto per signora”, ritenuto un capolavoro di leggerezza e comicità, costruito come una macchina in cui ogni meccanismo trova la sua collocazione più adeguata per ottenere una storia che diverta il pubblico sorprendendolo con mille trovate.

Presentata alla stampa e al pubblico la nuova stagione teatrale del Teatro Quirino Vittorio Gassman che punta ad un ventaglio di proposte variegate confermandosi come “Teatro POP”, attento alla tradizione senza perdere di vista i linguaggi della contemporaneità.

Dal 7 al 26 aprile. Emilio Solfrizzi è il trascinante protagonista di “Sarto per signora” di Georges Feydeau, un classico del teatro comico francese ora in scena alla Sala Umberto di Roma. Siamo in pieno stile vaudeville con macchiettistici personaggi che si infilano nelle situazioni più improbabili in un susseguirsi di bugie, tradimenti, ribaltamenti di fronte e scambi d’identità e con un ritmo sempre più serrato. Lo spettacolo, ben rappresentato e senz’altra pretesa se non quella di divertire il pubblico, si regge su un congegno drammaturgico dai perfetti tempi comici e sulla simpatia dell’attore protagonista.

TOP