Martedì, 21 Aprile 2015 20:59

Hedda Gabler - Teatro Libero (Milano)

"Hedda Gabler" è sicuramente uno dei drammi di Ibsen tra i più noti e affascinanti. Viene raccontata la storia di una donna a cui Ibsen ha donato un'indubbia forza di carattere e al contempo una disarmante fragilità. Hedda è fiera, attraente ma anche feroce. Hedda è gelida e altera eppure avida di vita. Questa produzione si inserisce nell'ambito dell'importante residenza teatrale milanese nata con l'innovativo progetto Teatro Libero Liberi Teatri (TLLT) e vede coinvolte le maggiori associazioni che hanno in questi tre anni aderito a tale progetto. La scelta di affidare la regia a Cristina Pezzoli, una delle registe più importanti ed affermate della scena teatrale italiana, conferisce all'allestimento prestigio e forza innovativa.

Dall’11 al 17 novembre il Teatro Elfo Puccini ospita in sala Shakespeare uno spettacolo che pochi osano interpretare, essendo da sempre considerato estremamente difficile, quasi un testo astruso: Aspettando Godot, celeberrima opera di Samuel Beckett, scritta in francese tra la fine del 1948 e l’inizio del ’49, in piena ricostruzione post-bellica mentre in Europa aleggiavano ancora i fantasmi degli orribili massacri della seconda guerra mondiale. Definita una tragicommedia, En attendant Godot fu tradotta in inglese come Waiting for Godot dallo stesso Beckett, fu proposta in numerose messe in scena britanniche dal 1953, per poi essere votata come ‘l’opera più significativa del XX secolo scritta in lingua inglese’.

TOP