Così è la vita. Un meccanismo perfetto come un orologio svizzero fabbricato a Napoli dai cinesi. I libri non letti si accumulavano e i magazzini si riempivano, stracolmi.
I critici criticavano i libri che gli scrittori scrivevano e i lettori non avrebbero letto nemmeno sotto la minaccia delle armi. I lettori leggevano i libri che i critici non criticavano e che gli scrittori avrebbero voluto scrivere. Gli alberi continuavano a diventare tecno thriller con la copertina nera”.

La frittata è fatta. Forse un tale lo aveva intuito che non c’era da festeggiare per quell’invenzione lì, l’alfabeto. Che ci dovevamo fermare prima che fosse troppo tardi.

TOP