Martedì, 08 Novembre 2016 20:09

Il Marchese del Grillo - Teatro Sistina (Roma)

Perfettamente a suo agio nei panni del nobile Onofrio, Enrico Montesano torna al Teatro Sistina dal 3 al 27 novembre con «Il Marchese del Grillo», commedia musicale ambientata nella Roma papalina di inizio Ottocento. Ad affiancarlo in questa impresa promossa a pieni voti è un cast di trenta validissimi artisti. La regia è di Massimo Romeo Piparo.

A 400 anni dalla morte di Shakespeare (23 aprile 1616) il Silvano Toti Globe Theatre di Roma, unico teatro elisabettiano d’Italia, nato nel 2003 grazie all’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti per una geniale intuizione di Gigi Proietti, ha in serbo una stagione speciale per i suoi affezionati spettatori. Tra nuovi allestimenti, spettacoli cult delle passate stagioni, uno spettacolo in lingua inglese e un'incursione dedicata ai sonetti d'amore, l'evento più atteso sarà indubbiamente la prima volta di Gigi Proietti sul palco di Villa Borghese in veste di attore con un omaggio a Shakespeare costituito da brani dall' Edmund Kean di Raymund FitzSimons, spettacolo di cui il maestro curerà anche l’adattamento e la regia.

Seppur sempre sornione e beffardo, è un nuovo Marchese del Grillo, per la prima volta in versione di commedia musicale teatrale, che aspetta il suo pubblico al Teatro Sistina per tutte le feste di Natale. Enrico Montesano, perfetto mattatore romano, veste con rispetto e grande esperienza i panni che furono di Alberto Sordi nell’amatissimo film di Mario Monicelli, mentre Massimo Romeo Piparo si assume il rischio di un confronto duro, confezionando però uno spettacolo di qualità con scenografie superbe, costumi d’epoca e un cast di oltre trenta artisti tra cui Giorgio Gobbi, lo storico Ricciotto del film.

«Il Marchese del Grillo» in versione musicale varca la soglia del teatro e debutta il 9 dicembre al Sistina, il palcoscenico che da sempre ha un occhio di riguardo per le commedie dal sapore popolare, espressione di una certa romanità. Al fianco del protagonista Enrico Montesano, attore di livello che di questo genere di lavoro conosce tutti i segreti per averne interpretato un numero considerevole, ci sarà un nutrito gruppo di artisti fra cui figurano Giorgio Gobbi, Giulio Farnese, Monica Guazzini, Dora Romano e Michele Enrico Montesano. La regia è di Massimo Romeo Piparo. Abbiamo incontrato Enrico Montesano, pronto a vestire i panni del celeberrimo marchese Onofrio, in occasione della conferenza stampa di presentazione dello spettacolo.

Apre la stagione 2015 del romano Globe Theatre un immancabile, sempre atteso, ritorno, quello del "Sogno di una notte di mezza estate". Nell'onirico plot shakespeariano tre mondi si contrappongono: il mondo della realtà (quello di Teseo, Ippolita e della corte), il mondo della realtà teatrale (gli artigiani che si preparano alla rappresentazione) e il mondo della fantasia (quello degli spiriti, delle ombre). Ma i sogni alle volte possono trasformarsi in incubi: il dissidio fra Oberon e Titania che rivela a un certo punto un terribile sconvolgimento nel corso stesso delle stagioni, il rapporto tra Teseo e Ippolita, il conquistatore e la sua preda, la brutalità di certi insulti che gli amanti si scambiano sotto l’influsso delle magie di Puck.

TOP