Andrea Dispenza

Articoli di Andrea Dispenza

L’Incanto di Sanremo comincia di martedì sera e non poteva essere altrimenti, un Incanto, a giudicare dall’ospite della prima serata, Tiziano Ferro. Se di Incanto si tratta, però, l’artista in considerazione - oltre a Ferro - ha un nome e un cognome preciso: Emanuele Dabbono. Musicista, cantante, scrittore di romanzi, co-autore di Incanto, appunto, che già così sembra un traguardo non da poco. Ma è solo l’inizio: con Il Mestiere della Vita, il nuovo album di Ferro, Emanuele scrive e firma con e per Tiziano altri tre singoli: Lento/Veloce (nu soul, elettro, estivo, originalissimo), Valore Assoluto (l’amore assoluto, nella sua espressione letterale massima) e Il Conforto, dolcissimo featuring tra Ferro e Carmen Consoli. L’abbiamo incontrato proprio nella città dei fiori, Sanremo, prima della prima. Ci ha raccontato dell’emozione della sua seconda volta a Sanremo da autore.

Dall’1 al 5 febbraio. Con i giovani attori detenuti del carcere minorile Beccaria diretti da Giuseppe Scutellà, Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare prende il volo verso la libertà. Una meta, in questo caso, più ambita che mai: è un viaggio oltre la situazione contingente, alla fine non così impossibile, possibile anzi proprio grazie al teatro.

Eppure sentire in arrivo una bella novità. Elisa (23 dischi di platino, 1 disco di diamante, 6 dischi d’oro) quest'anno festeggia vent'anni di carriera e si fa in tre. Tre, infatti, sono le anime di tre appuntamenti diversi all'Arena di Verona, che vedono protagonista l'artista di L’anima vola.

Domenica, 22 Gennaio 2017 15:17

Tradimenti - Teatro Manzoni (Milano)

Dal 12 al 29 gennaio. Scritto nel 1978 e ambientato tra Londra e Venezia, “Tradimenti” di Pinter (Nobel 2005) nasce dallo spunto autobiografico della sua lunga relazione extraconiugale. È quella “Tanta voglia di lei” vissuta durate gli anni che hanno segnato le ideologie o che, come il Sessantotto, hanno fatto la storia. Nel mezzo, amori finiti, tradimenti, movimenti guidati dalla sapiente regia di Michele Placido. Protagonisti del triangolo sono Ambra Angiolini, Francesco Scianna e Francesco Biscione, praticamente perfetti.

Il volto di Sebastiano Filocamo sembra dipinto da Caravaggio e la sua intensità è stata la luce di tutta una carriera. Attore e regista da Premio Oscar (con Journey of Hope di Xavier Coller), preteso da Marco Bellocchio o al fianco di Tornatore, Placido, Archibugi e Comencini, Filocamo, ora, torna con uno dei suoi lavori più profondi e che lo vede al fianco, di nuovo, del commovente progetto La Stravaganza Onlus. Di nuovo perché le platee d’Italia si sono commosse già con “Ostinati e Contrari”, spettacolo teatrale in cui attori affetti da disabilità psichiche e fisiche recitavano con disincantato talento la poetica di De André (lo spettacolo colpì anche il Presidente della Repubblica Italiana che decise di premiarlo con una medaglia). “Lottatori - Sguardi Sollevano Vento” è l’atteso ritorno, che ha debuttato lo scorso dicembre al Teatro Argentia di Gorgonzola e che sicuramente rivedremo la prossima stagione. A parlarcene, anzi, a farci rimanere senza parole, è lo stesso Sebastiano.

Giovedì, 10 Novembre 2016 20:26

Vangelo - Piccolo Teatro Strehler (Milano)

Dall’8 al 13 novembre. Pippo Delbono torna con la sua compagnia al Piccolo Teatro Strehler per un Vangelo sulle musiche di Enzo Avitabile sulla memoria di uomini-attori che hanno attraversato una delle guerre più feroci della storia contemporanea. E che si fa dolcissimo, perché frutto di una promessa fatta alla cara madre, in punto di morte.

Domenica, 06 Novembre 2016 21:38

Ma - Piccolo Teatro Studio Melato (Milano)

Dal 2 al 10 novembre. Partendo dalla prima sillaba della parola mamma, al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano Antonio Latella ci guida verso un viaggio-monologo nell’opera di Pasolini, dove c’è sempre la figura della madre: nel teatro, nella letteratura, nelle parole, nelle immagini, nei film. Spetta alla voce e al corpo di Candida Nieri cucire insieme tutte quelle madri che PPP ha creato e raccontato, per tracciare una possibile unica figura racchiusa in quel “Ma”: il suo dolce diminutivo eppure, anche, l’inizio del dubbio.

Lunedì, 17 Ottobre 2016 20:29

Elvira - Piccolo Teatro Grassi (Milano)

Fino al 18 dicembre al Piccolo Teatro Grassi sono di scena le lezioni di Louis Jouvet sulla seconda scena di Elvira nel “Don Giovanni” di Molière. A interpretare l’attore francese è Toni Servillo, in uno spettacolo di cui è anche regista. “Elvira” porta il pubblico in un teatro chiuso, a spiare tra platea e proscenio un maestro e la sua allieva nel momento della creazione del personaggio. Settantacinque minuti intensi, in cui si racchiude non solo una lezione di teatro ma, anche, una preziosa lezione di vita in crescendo.

Dal 27 giugno al 15 luglio al Bistrōlinda del Teatro Elfo Puccini tre settimane di appetitose cene a tema. Il 18 settembre al “Festival del Franciacorta in Cantina". Il 19 e 20 novembre a BookCity Milano. Buon cibo e nutrimento per l'anima e l'intelletto...con la cultura non si mangia? niente di più sbagliato!

Comincia con una polemica la seconda data del tour negli stadi di Laura Pausini, quando la cantante entra in scena facendo un bel dito medio dedicato «A tutti quelli che dicevano che oggi non ci sarebbe stato nessuno». Impossibile non esserci, anche per, come chi vi scrive, non è tra i suoi fan più accaniti. Eppure ti rendi conto che le canzoni di Laura Pausini le conosci tutte, che ci sono almeno tre generazioni e chissà quante bandiere di chissà quanti Paesi del mondo in cui la cantante di Simili è conosciuta. Più di due ore di musica, colori pop, momenti Amarcord - vedi il medley Incancellabile, Le cose che vivi, Strani amori, La solitudine, dov’è subito il panico perché ti rendi conto che sono già passati 23 anni (era il 1993 quando per la prima volta Marco se n’è andato e non ritorna più).

TOP