Andrea Dispenza

Articoli di Andrea Dispenza

Mercoledì 20 dicembre il Franco Parenti di Milano ospita lo spettacolo teatrale “Lottatori - Sguardi Sollevano Vento”, progetto d’arte sociale ideato e diretto da Sebastiano Filocamo per La Stravaganza ONLUS, Associazione di Volontariato che si occupa di sviluppare e diffondere i valori della solidarietà e dell’integrazione sociale, promuovendo attività legate all’ambito teatrale e aperte al disagio socio-culturale, psichico e psico-fisico. Un progetto intenso, come ci racconta lo stesso autore e regista dello spettacolo, nella nostra intervista, poco prima del debutto.

Dal 5 al 10 dicembre. Marco D’Amore, l’attore della nota serie TV “Gomorra” è ora in scena a teatro con “American Buffalo”, pièce teatrale che da Chicago si sposta, per l’occasione, logicamente, nei bassifondi di Napoli. D’Amore dirige e interpreta una commedia-tragedia incalzante, che strappa applausi a scena aperta mentre racconta di un progetto rovinoso e della storia di un fallimento.

“Il secondo cuore” di Paola Turci è quello della sua seconda nascita, qualche mese fa, sul palco del Festival di Sanremo, quando con la giacca da uomo sbottonata, ai piedi i tacchi alti, cantava Fatti bella per te conquistando pubblico e critica.

Giovedì, 23 Novembre 2017 21:10

Pinocchio - Piccolo Teatro Strehler (Milano)

Al Piccolo Teatro Strehler è tornato in scena il “Pinocchio” di Antonio Latella, prima di partire per una tournée dell’Italia settentrionale con numerose tappe, tra cui Torino (al Teatro Carignano) e Bologna (all’Arena del Sole), una tournée che sarà suggellata dalla partecipazione in aprile al MITEM (Madách International Theatre Meeting) di Budapest. Tutt’altro che romanzo per bambini e consigliato a un pubblico con più di 14 anni di età, va in scena uno spettacolo sulla vita, dramma e menzogna sono inclusi, che rappresenta a pieno il senso del teatro.

Domenica, 19 Novembre 2017 16:00

La guerra dei Roses - Teatro Manzoni (Milano)

Al Teatro Manzoni di Milano va in scena fino al 26 novembre la lenta, dolorosa ma esilarante separazione tra i coniugi Rose, già interpretati al cinema da Michael Douglas e Kathleen Turner, ora da Ambra Angiolini e Matteo Cremon. Una commedia comica e crudele che, battaglia dopo battaglia, insulto dopo insulto, conquista e diverte il pubblico che ride e applaude a scena aperta e continuamente.

Atmosfera da Cinema, cinema non a caso, come uno dei tanti album di Andrea Bocelli, il tenore italiano più amato nel mondo che di album ne ha venduti più di ottantacinque milioni.

Non si potrà cercare un negozio di antiquariato in via del Corso ma si può cercare una data di “Diventi Inventi 1997-2017”, il progetto-racconto di Niccolò Fabi, in giro per l’Italia e per tutta l’estate (compresa la data milanese al Carroponte dello scorso 6 luglio).

“La Sirenetta” ultimamente ha nuotato nei mari di Milano (in ultimo al Piccolo Teatro Grassi) e in quelli di Roma (nella prestigiosa cornice del Teatro India), per poi tornare a Milano nella prossima stagione teatrale dell’Elfo Puccini (appuntamento il 6 e il 7 febbraio 2018).

Non è più un mistero lo scenario che circonda i Bagni Misteriosi, uno dei luoghi più suggestivi che Milano, da qualche tempo a questa parte, possa custodire. “Stasera si può entrare, fuori” (fino al 28 maggio) è l'occasione per scoprire gli spazi ancora inesplorati che appartengono alla Palazzina dei Bagni Misteriosi (siamo al Teatro Franco Parenti), luoghi che una volta ospitavano gli spogliatoi, le caldaie e i locali di servizio del Centro Balneare Caimi, nel cuore di Porta Romana, a cui gli abitanti del quartiere, e non solo, sono tanto legati e che oggi stanno rinascendo come spazi di lavoro e di creazione a favore dell'arte e della città.

A teatro per scoprire una delle vicende di cronaca nera più tristi che il nostro Paese abbia mai conosciuto. Sono i fatti della Banda della Uno Bianca, che hanno sconvolto l’Emilia Romagna e l’Italia intera, in scena al Teatro Libero di Milano fino al 28 maggio: l’organizzazione criminale che dalla fine degli anni Ottanta alla metà degli anni Novanta, a bordo di una comunissima Uno Bianca, si macchiò di una serie di delitti efferati. La banda collezionò decine di rapine, uccise 24 persone, ne ferì un centinaio, diede vita alla cronologia di un incubo che si concluse con l’arresto di questi fabbricanti di terrore.

Pagina 1 di 10
TOP