Andrea Cova

Articoli di Andrea Cova

kelly clarkson all i ever wanted

A due anni dalla sterzata rock gotica e tenebrosa di My December, ecco il quarto album di studio All I Ever Wanted con cui Kelly Clarkson ritorna sui sentieri del pop-rock solare, contagioso ed energico che rappresenta la sua inconfondibile cifra distintiva. Ne scaturisce un album che, per intensità e poliedricità sonora, sembrerebbe più che un semplice album di inediti, una vera e propria pregiata raccolta di successi.

ricette d'amore

Dal 31 marzo al 19 aprile. La penna di Cinzia Berni e la regia di Pippo Cairelli portano in scena al Teatro de’ Servi un brillante e divertente commedia al femminile. Quattro amiche in cerca del vero amore si trovano una sera insieme, senza sapere che a breve un nuovo incontro stravolgerà le loro vite…

roberto angelini live

L’intenso ed appassionato artista romano presenta dal vivo il suo nuovo album “La vista concessa”, pubblicato alla fine del mese di gennaio, con un concerto che pone in risalto la sua ispirazione cantautorale ed una capacità non comune di trasmettere emozioni con brani che sono veri e propri frammenti di vita, fiori rari che testimoniano una sensibilità musicale assolutamente affascinante.

annie lennox collection

Dopo quasi due decadi di carriera solista Annie Lennox, ex front-woman degli Eurythmics, ripercorre per la prima volta le tappe più salienti del suo percorso musicale in questa raffinata e ricchissima raccolta di classici senza tempo. Quattordici brani che, grazie alla potenza espressiva e alla sensibilità della cantautrice scozzese, regalano emozioni vibranti a profusione e riportano alla memoria vividi frammenti di vita.

casa di bambolaDal 3 al 15 marzo. Lunetta Savino porta in scena i tormenti di Nora, una donna soffocata dalla propria vita e da uno scomodo segreto, che riappare dal passato sgretolando in breve tempo la sua fragile ed infelice esistenza. Un cast eccezionale regala delle intense interpretazioni per uno spettacolo classico, per l’occasione riproposto in chiave contemporanea dal regista Leo Muscato.

francesca romana vermiglioUn’alchimia veramente seducente ed originale quella proposta dalla cantautrice leccese Francesca Romana nel suo album di esordio: un rock dal profumo speziato si fonde armoniosamente con le sonorità tipiche della tradizione popolare salentina, dando origine ad un affascinante concept-album dedicato alla figura femminile primigenia, nelle sue molteplici incarnazioni di strega innamorata, donna mediterranea tarantolata, biblica e conturbante Salomè’ o simbolo di maternità e al contempo, soprattutto, di vermiglia sensualità.

Beatrice AntoliniLa principessa del rock indipendente italiano si impadronisce sempre più saldamente e meritatamente del suo scettro: Beatrice Antolini sul palco emana fascino, potenza creativa ed emotiva, una vera e propria suggestione ipnotica che cattura il pubblico confermando un talento sorprendente, tra attitudine rock e sperimentazione, contaminazioni pop-jazz ed avvolgente psichedelia.

“Scrivi qualcosa per me” - workshop rivolto a band, autori ed interpreti tenuto da Massimo Calabrese, produttore di Alex Baroni e Giorgia.

 

Continuano le prestigiose attività didattiche organizzate dall'associazione E.U.R.E.C.A. (Energie Unite per la Ricerca, l'Educazione, la Cultura e l'Arte).

Dopo la presentazione dei tre eventi musicali “Digressioni Musicali” e delle 3 edizioni dei seminari dal titolo “La tecnica nel canto moderno – prevenzione e uso corretto della voce”, che hanno visto la partecipazione del logopedista Fabrizio Mascolo e del cantante Fulvio Tomaino, considerato uno dei più grandi cantanti di black music europei, già corista di Bobby Kimball, storica voce dei “Toto”, e vocal trainer per i più importanti musical italiani e per numerosi artisti italiani e americani, l'associazione E.U.R.E.C.A., in collaborazione con l'accademia musicale "rockland" di Grosseto, l' accademia "La Voce" e la scuola musicale "Domenico Altissimi" di Ronciglione (VT), organizza in esclusiva e in prima nazionale assoluta un evento unico nel suo genere.

Il workshop “Scrivi qualcosa per me”, che si terrà nei giorni 28 e 29 marzo a Ronciglione, è un corso formativo sulla composizione, il canto, la produzione discografica e il live set, tenuto da Massimo Calabrese, musicista, compositore, tecnico audio e produttore discografico di artisti come Alex Baroni e Giorgia.

Durante il corso, ricco di consigli artistici per tutti coloro che desiderano intraprendere con successo la carriera musicale, verranno inoltre presentati brani, rari e mai ascoltati prima, di Alex Baroni e Giorgia e provini chitarra e voce di Massimo ed Alex Baroni.

Massimo Calabrese è musicista, compositore, tecnico audio e produttore discografico di artisti come Alex Baroni e Giorgia.  Ha fondato la “Bottega” (partecipando anche al Festival di San Remo e quattro edizioni del Festivalbar); con Marco Rinalduzzi  ha fondato gli “Io vorrei la pelle nera”, storica band d'esordio di Giorgia; con oltre quarant’anni di carriera artistica alle spalle ,vanta collaborazioni con numerosi artisti tra i quali Chet Baker, Riccardo Cocciante, Fiorella Mannoia, Paola Turci, Franco Califano, Gazebo, Tiziana Rivale.

Il seminario è aperto ad ogni livello. Non sono richiesti requisiti particolari. Possono partecipare anche semplici curiosi o giovanissimi che stanno muovendo i loro primi passi nel mondo della musica.

Tutte le info su modalità di iscrizione all'associazione e al workshop, sui costi, le modalità di partecipazione su www.eureca.splinder.com ; 0761 345671; 329 5383354

 

simona molinari

Appena tornata dal festival di San Remo, dove si è distinta per la sua abilità vocale e per la freschezza contagiosa del brano “Egocentrica”, la giovane cantautrice napoletana Simona Molinari ci presenta il suo album di esordio, raccontandoci le tappe salienti del suo percorso musicale e dandoci qualche indiscrezione sui suoi progetti futuri. Conoscetela meglio assieme a noi!

due dozzine di rose scarlatte

Dal 3 al 22 marzo. Torna sul palcoscenico dello storico teatro romano l’esilarante commedia di Aldo De Benedetti, tra i massimi esponenti del teatro d’evasione nel periodo tra le due guerre mondiali, in una rilettura moderna ed estremamente coinvolgente, che si avvale di una direzione registica fresca e dinamica e di un poker di attori talentuosi e sorprendentemente affiatati tra loro, tra i quali spicca il protagonista Michel Altieri, giovane promessa del teatro di prosa e musicale italiano.

TOP