Sabato, 13 Luglio 2019 21:23

Visite - Teatro Franco Parenti (Milano)

“Ci vuole tempo per diventare giovani” sosteneva Pablo Picasso. Il Teatro dei Gordi, compagnia indipendente formata da un numero nutrito di artisti tutti diplomati alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, ne ha impiegato poco per raggiungere non solo la giovinezza ma anche una profondità e una maturità drammaturgica di grande livello. Con “Visite”, diretti dal regista Riccardo Pippa e guidati dalla dramaturg Giulia Tollis, i Gordi mettono in scena un percorso esistenziale intimo, delicato, passionale e poetico. Non una trama ben definita quanto la poesia della vita e del tempo che passa dall’impeto della giovinezza alla placida calma della vecchiaia attraverso il silenzioso racconto delle vite di un gruppo di amici.

Le Erinni, figure mitologiche femminili inquietanti, tornano in questo spettacolo “Erinni o del rimorso” di ORTIKA - gruppo teatrale nomade, in chiave moderna con un’accezione psicanalitica e socialmente connotata sulle problematiche che riguardano il femminile e le donne in genere, offrendo anche una chiave contemporanea, come un esempio, di natura mediatico-televisiva e una sorta di teatro nel teatro. Apprezzabile la scenotecnica di Alice Colla dove l’elemento simbolico dell’acqua è centrale. La realizzazione è però un po’ confusa, forse ambiziosa, mettendo insieme tanti generi e stili, con salti di linguaggio.

Una coreografa, una regista e un compositore: Lara Guidetti, Carmen Giordano e Carlo Boccadoro insieme per questo spettacolo prodotto da CRT Milano in prima nazionale al Teatro dell’Arte dal 9 al 21 dicembre. Aleggia su Della caduta un passo di danza una famosa poesia attribuita a Pessoa, una sorta di atto di fede nella vita, nel coraggio di continuare.

TOP