confessioni di una mente criminale

Dal 19 al 24 gennaio. Negli inquieti e turbolenti anni Settanta, il decennio di piombo in cui l’Italia fu travolta dalla violenza efferata di innumerevoli stragi terroristiche, si snoda il percorso esistenziale di un delinquentello comune, Natale, che con eccezionale energia, intensità ed ironia sanguigna ci racconta gli episodi più salienti di una burrascosa vita di strada. L’istrionico e travolgente Alfredo Angelici dona corpo e passione ad uno spettacolo divertente e capace di scuotere le coscienze con intelligenza ed originalità.

Pagina 2 di 2
TOP