Dal 4 al 16 ottobre. La “Guida estrema di puericultura” si compone di aforismi crudeli sulle gioie del puerperio e arriva a trasformarsi in un folle monologo incarnato dalla figura di una morbosa puericultrice, un irresistibile Alex Cendron en travesti, che tiene un’improbabile lezione internazionale sui temi della gravidanza e dell’allevamento dei neonati. Lo spettacolo è uno sproloquio vitale e divertente, scritto a quattro mani da due mamme drammaturghe, Angela Demattè e Francesca Sangalli, alle prese con i loro neonati. Si compone di consigli sulla nuova vita con il bebè, situazioni e scene che dissacrano la religiosa cura e delicatezza con cui viene normalmente trattato l’argomento.

Martedì, 23 Febbraio 2016 20:59

The Pride - Teatro Bellini (Napoli)

“The Pride”, in scena al Teatro Bellini di Napoli sino al 28 febbraio, ha l’ambizioso progetto di esplorare temi come il destino, l’amore, la fedeltà ed il perdono. E lo fa con un testo di Alexi Kaye Campbell e con quattro artisti straordinari, che a scene alterne guidano gli spettatori prima nella Londra degli anni Cinquanta e successivamente nel 2015. I nomi dei tre protagonisti non cambiano mai, ma questa sembra essere l’unica assonanza tra le due storie. Diretto ed interpretato da Luca Zingaretti.

Venerdì, 04 Dicembre 2015 22:31

The Pride - Teatro Argentina (Roma)

Enigmatico e provocatorio, «The Pride» è il testo scelto da Luca Zingaretti per misurarsi nuovamente con la regia teatrale. Questa volta, l’artista romano si è cimentato con un lavoro che esplora tematiche di varia natura: la ricerca dell’ identità sessuale, l’amore, il tradimento, il perdono. In scena al Teatro Argentina, lo spettacolo sarà replicato fino al 6 dicembre.

Dal 3 al 15 giugno. Dopo il successo di Portami in un posto carino, Assassine e La mia massa muscolare magra, l’ormai consolidato duo artistico Tobia Rossi-Manuel Renga torna a Teatro Libero per parlarci nuovamente di sessualità e scoperta di sé con Bagnati, una commedia che indaga le perversioni dei figli della “Milano bene” nell’estate dell’EXPO.

Alex Cendron torna al Teatro della Cooperativa con un nuovo spettacolo scritto da Angela Demattèe e Francesca Sangalli, con la regia e le scene di Renato Sarti. Una guida estrema di puericultura nata su Facebook, diventata prima un ebook e poi uno spettacolo.

Alex Cendron torna al Teatro della Cooperativa con un nuovo spettacolo scritto da Angela Demattè e Francesca Sangalli, regia e scene Renato Sarti.

Il giovane Matthieu Pastore, diretto dall’inossidabile Renato Sarti, sbarca al Teatro Litta con il suo Titanic - The Great Disaster - Soliloquio marittimo per 2.201 personaggi e 3.177 cucchiaini. Il testo firmato Patrick Kermann, si configura come un singolare memento mori “ad uso di fari, capitanerie, stazioni marittime ed altri ventri della balena”, che dal profondo degli abissi fa emergere, come bolle d’aria, ricordi, episodi, ossessioni. Morto nell’affondamento del transatlantico, Giovanni racconta la sua storia: la parabola del sogno di un emigrante friulano, annegato tra le onde del destino, allegoria del nostro mondo vicino alla catastrofe. Curiosi di conoscere i dettagli di questo inconsueto progetto teatrale ne abbiamo incontrato il protagonista, Premio Hystrio alla vocazione teatrale 2012.

Lunedì, 23 Marzo 2015 20:33

Fuck Me(n) - Teatro Out Off (Milano)

Sono state poche ma intense, dal 10 al 15 marzo, le rappresentazioni di uno spettacolo sperimentale al Teatro Out Off dal titolo ambiguo, "Fuck Me(n)". Nasce dal tentativo di offrire qualcosa di diverso rispetto alle innumerevoli proposte di spettacoli dedicati a donne, al ‘sentirsi femmina’, agli abusi, l’essere lesbica e via dicendo. E i maschi? Dell’uomo comune difficilmente si percepiscono tracce sui palcoscenici teatrali. Così a Renata Ciaravino, giovane scrittrice sia di teatro sia per la radio e la televisione, viene l’idea di rivolgersi a tre autori piuttosto noti, specie perché hanno tutti diretto corsi di scrittura creativa o cose simili e nell’ambiente ci si conosce. Nasce così questo spettacolo che vince il Premio GREAT come miglior monologo all’Accademia Nico Pepe di Udine nel 2013.

Dal 10 al 22 febbraio per la stagione dei trent’anni di attività dell’associazione Argotstudio, va in scena al Teatro Argot Studio di Trastevere "Peli", scritto da Carlotta Corradi e diretto da Veronica Cruciani. Lo spettacolo racconta di due amiche, Melania e Rossella - interpretate in scena da Alex Cendron e Alessandro Riceci - che durante una partita di Burraco a due, innescano, a colpi di battute, un inaspettato cortocircuito che le porterà entrambe alla totale distruzione di quelle borghesi buone maniere nelle quali le sembrano essersi nascoste da anni. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con l'autrice e i due protagonisti per scoprire la genesi di questo inconsueto progetto, che ritorna a Roma dopo i successi delle ultime due stagioni al Teatro Palladium nell'ambito della rassegna Nuove Drammaturgie e al Teatro Valle Occupato.

Sabato, 07 Giugno 2014 14:38

Peli - Teatro Valle Occupato (Roma)

Dal 5 all'8 giugno. Due amiche della buona società si incontrano per la loro settimanale partita a burraco, ma quello che le aspetta stavolta non sarà il solito pomeriggio di tè, pettegolezzi e carte. Preparatevi all'ironia, alla ferocia tipicamente femminile, a un confronto tra vecchie amiche che porterà alla luce confessioni, fragilità e paure. Il dialogo formale e le buone maniere lasceranno il posto a rabbia, rivendicazioni e a un corpo a corpo che strapperà via - letteralmente - maschere e segreti. Il bel testo - emozionante, moderno e brillante - di Carlotta Corradi, per la regia essenziale ed efficace di Veronica Cruciani, è interpretato da Alex Cendron e Alessandro Riceci che, capaci e convincenti, si calano in abiti e ruoli femminili portandone alla luce l'identità più profonda e la complessa sensibilità.

Pagina 1 di 2
TOP