Sabato, 21 Aprile 2018 15:23

The Effect - Teatro Sala Umberto (Roma)

In scena al Teatro Sala Umberto di Roma, fino al 29 aprile, “The Effect”, testo dell’inglese Lucy Prebble, qui con la regia di Silvio Peroni. Una sperimentazione romantica, ironica e drammatica che lega quattro personaggi, indagando il confine tra amore, depressione e neuroscienza.

Al Teatro Filodrammatici fino al 19 febbraio, “La donna che legge”, testo di Renato Gabrielli portato in scena dall'abile mano registica di Lorenzo Loris e da una bravissima squadra di attori: Massimiliano Speziani, Cinzia Spanò e Alessia Giangiuliani.

Festival di particolare interesse per la vita culturale della città 2014-2016, Le vie dei Festival, diretto da Natalia Di Iorio - realizzato dall’Associazione Cadmo con il contributo di Roma Capitale in collaborazione con la SIAE, dell’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio e del Mibact - programma la sua XXIII edizione dal 22 settembre al 16 ottobre al Teatro Vascello, all’Auditorium, in altri spazi romani e a Ostia, al Teatro del Lido.

Lunedì, 13 Aprile 2015 20:28

Adamo & Eva - Teatro dell'Orologio (Roma)

Dal 7 al 19 aprile. "Adamo & Eva" è composto da sette quadri, come sette sono i giorni in cui Dio creò il mondo, quanto il tempo che Adamo ed Eva impiegarono ad allontanarsi da Dio e dalla loro Casa, il Paradiso. In questo viaggio i protagonisti attraversano epoche e momenti cruciali della storia dell'uomo e della sua evoluzione fino ad arrivare al contemporaneo, diventando emblema di una qualsiasi coppia di oggi. Si narrano le vicende dei nostri leggendari progenitori, scappati, mordendo il frutto proibito, dal Paradiso, per il bisogno di conquistare, di costruire, di conoscere, di amarsi. Si raccontano le dinamiche divertenti, drammatiche e poetiche di una coppia umana alla ricerca sempre più estenuante di un senso del proprio stare assieme, ma anche la perdita di identità che assale i due protagonisti man mano che la sete di conoscenza li fa allontanare dalla propria Casa, dal proprio giardino dell'infanzia, perduto e per sempre vagheggiato.

Mercoledì, 18 Febbraio 2015 19:46

La donna che legge - Teatro Out Off (Milano)

C’è uno strano triangolo amoroso che lega Mirco, Giada e Federica, i tre protagonisti de "La donna che legge" di Renato Gabrielli, per la regia di Lorenzo Loris, andato in scena al Teatro Out Off. Tre personaggi che si cercano con passione a vicenda, ma come per uno scacco del destino, sempre nel posto e nel momento sbagliato.

CloserLa scena è spoglia, ma ci pensano i protagonisti a riempirla con l’intensità della loro recitazione. Closer è un testo teatrale di Patrick Marber tradotto in film nel 2004, con un buon successo. Ma il palcoscenico è tutta un’altra esperienza, sia per chi recita sia per chi osserva da spettatore. Soltanto la dimensione del palcoscenico permette di assorbire a pieno le inquietudini che vivono i quattro protagonisti. Due uomini e due donne in una Londra contemporanea, frenetica e superficiale: l’impossibilità di instaurare rapporti profondi costituisce il motore della vicenda. Diretti da Sandro Mabellini quattro attori di talento, e di sicuro avvenire: Alessia Giangiuliani (Anne, la fotografa), Caterina Silva (Alice, la spogliarellista), Ettore Distasio (Larry, il dermatologo), Umberto Petranca (Dan, il velleitario scrittore). Abbiamo chiesto ad Alessia e Caterina – due donne molto sensibili, oltre ad essere brave attrici - di raccontarci un po’ questa esperienza col testo di Marber. Ne abbiamo approfittato per scoprire inoltre quali oggetti misteriosi si nascondono dentro la ‘valigia’ di un’attrice.

TOP