A un anno dalla scomparsa di Umberto Eco, che ha segnato indelebilmente la letteratura, la filosofia e la semiologia italiana, il drammaturgo e regista Stefano Massini, successore di Luca Ronconi alla guida del Piccolo Teatro di Milano, rende omaggio al grande scrittore adattando con una versione teatrale l'incredibile romanzo “Il nome della rosa”. In scena al Teatro Franco Parenti dal 2 al 12 novembre.

Lunedì, 28 Novembre 2016 21:26

Nudi e crudi - Teatro Manzoni (Milano)

Dal 24 novembre all’11 dicembre. I signori Ransome, classica coppia inglese tradizionale come siamo abituati a immaginarla, tornando a casa dopo aver assistito a teatro al “Così fan tutte” di Mozart, trovano il loro appartamento completamente svuotato da ogni mobile, compresi moquette, interruttori, rubinetti e… carta igienica. Superata la prima incredulità, la reazione del signor Ransome si manifesta con una forte arrabbiatura, esce di casa per cercare un telefono e chiamare la polizia, mentre la signora, pur rendendosi conto della gravità dell’accaduto, sembra essere presa da una strana forma di rassegnazione e si predispone con un aplomb tutto inglese a conoscere quelli che saranno i prossimi eventi, perché una spiegazione ci dovrà pur essere: una cosa è farsi svaligiare l’appartamento, altro è ritrovarsi fra quattro mura da dove è scomparsa ogni suppellettile, anche l’oggetto più inutile e insignificante.

Martedì, 22 Marzo 2016 21:15

Edipus - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Cala il sipario sull’ennesimo appuntamento di rilievo nella stagione del Teatro Piccolo Eliseo. Un attore, un classico “diversamente classico”, una lingua che si reinventa continuamente; il tutto sotto un’unica luce: quella dell’irriducibile amore per il teatro. Portavoce di questa strenua dichiarazione d’amore Eugenio Allegri, diretto da Leo Muscato nella messa in scena dell’ "Edipus" di Giovanni Testori.

Dal 28 gennaio al 7 febbraio. Debutto romano al Teatro Ambra Jovinelli per la dolceamara, inglesissima commedia “Nudi e Crudi, riduzione dell’omonimo romanzo di Alan Bennett realizzata per il teatro da Edoardo Erba. Una sottile e scanzonata riflessione sulle casualità dell’esistenza e su come farne il trampolino di lancio verso una nuova vita.

TOP