Rinchiuso in ospedale psichiatrico, un Van Gogh inquieto e geniale vive la fase più dolorosa e più prolifica della sua vita. In uno spettacolo da non perdere, Alessandro Preziosi, con confermato talento e fortissima intensità, dà corpo alla disperata brama di colore dell'artista e alle voci e paure che tormentano la sua mente. "L'odore assordante del bianco" è in scena al Teatro Eliseo di Roma fino a domenica 4 marzo, emozionante e imperdibile.

Non perde il piglio appassionato che lo caratterizza ogni volta alla presentazione degli spettacoli scelti per la nuova stagione. Che piaccia o no, che ispiri simpatia o meno, Luca Barbareschi affronta la numerosissima platea del suo teatro con aria benevola, empatica, passionale. Concentrato esclusivamente sul valore dell’arte e nella convinzione dell’importanza delle politiche culturali. Rimarrà deluso chi si aspettava la sua controffensiva alle manifestazioni di dissenso espresse da molti addetti ai lavori sul conto del noto emendamento (ormai legge) che attribuisce al Teatro Eliseo un finanziamento di 8 milioni di euro per il biennio 2017/2018.

Sabato, 06 Febbraio 2016 20:16

Don Giovanni - Teatro Quirino (Roma)

Dal 2 al 14 febbraio. Nel corso di una lunga e fortunata tournée che l’ha consacrato uno degli spettacoli più visti della scorsa stagione, il “Don Giovanni” diretto, prodotto e interpretato da Alessandro Preziosi è finalmente approdato anche a Roma dove rimarrà in scena al Teatro Quirino fino al 14 febbraio. Il seduttore per antonomasia, raffinato, cinico e scaltro, riprende la commedia tragica di Molière in uno spettacolo segnato dalla fusione di toni drammatici e comici, di teatro barocco e opera moderna con costumi sontuosi e una scenografia di proiezioni.

Sarà la fantasiosa e attualissima “La pazza di Chaillot” di Jean Giraudoux l’opera che gli allievi dell’ultimo anno del Corso di Laurea in Comunicazione e DAMS della Link Campus University porteranno in scena come saggio finale venerdì 29 maggio presso il Teatro Italia (ingresso gratuito). Con l’adattamento e la regia di Alessandro Maggi, gli studenti si confronteranno con una favola surreale in cui toni esilaranti vanno a fondersi con accenti più poetici e dove anche i momenti più paradossali custodiscono una morale.

È stata presentata, in anticipo rispetto a tutti gli altri teatri di Roma, la stagione 2015/2016 del Teatro Quirino Vittorio Gassman. Geppy Gleijeses, co-direttore artistico e presidente della società che gestisce il Teatro, accoglie i suoi ospiti - giornalisti, attori, registi, e addetti ai lavori presenti in sala -  vestito in abito completamente bianco, a voler far risaltare all’occhiello, in contrasto, una rosa vermiglia: il simbolo scelto per la stagione che sta per presentare.

Il progetto “Link Theatre” bandisce 20 borse di studio per un corso di perfezionamento teatrale internazionale con la supervisione artistica di Alessandro Preziosi e promosso dal Corso di Laurea in ‪DAMS‬ dell’Università Link Campus University. Al termine del corso è prevista la realizzazione di uno spettacolo‬ ispirato alle “Mille e una notte“ che vedrà nel cast creativo personalità del panorama dello spettacolo dal vivo e sarà diretto dal regista Andrea Baracco. Il termine ultimo di presentazione delle domande è prorogato al 24 aprile 2015.

L'anno volge al termine e, come ormai da tradizione, la Redazione Teatro di SaltinAria vuole celebrare assieme ai suoi lettori gli spettacoli più emozionanti, gli attori più talentuosi, gli istanti più memorabili vissuti sui palcoscenici negli ultimi dodici mesi. Scopriamo assieme quali saranno secondo noi i più vividi ricordi teatrali di questo 2014...

Dal 21 al 26 gennaio. Il gioco della memoria e dell’oblio, la finzione per scoprire la verità, perché giocare è più serio che vivere: una sorta di teatro nel teatro con il protagonista che è in qualche modo lo stesso romanziere. E’ tutto dialogo, serrato ma non affannato: le pause giuste, due attori calzanti nel ruolo che lasciano assaporare il classico impianto dei testi introspettivi di Schmitt, con colpi di scena psicologici e una dialettica tutta introversa, senza urla né scenate: una sofferenza d’amore straziante in stile nordico. Gli interpreti rispondono ad una riflessione mai conclusa sulla dinamica della coppia per cui se si ama si muore, considerato che in ogni matrimonio c’è un assassino. Bisogna solo capire chi è dei due o chi diventa assassino per primo.

Sarà in scena al Piccolo Eliseo Patroni Griffi dal 21 al 26 gennaio 2014, “Piccoli Crimini Coniugali” di Eric-Emmanuel Schmitt, con Elena Giusti e Paolo Valerio. Regia Alessandro Maggi.

TOP