Sabato, 15 Febbraio 2020 13:48

Vetri rotti - Teatro Eliseo (Roma)

Dal 4 al 16 febbraio. Elena Sofia Ricci, Maurizio Donadoni e David Coco interpretano, con la regia di Armando Pugliese, “Vetri rotti” di Arthur Miller, una rilettura in chiave psicosomatica dell’avvento sterminatore dei nazisti e dell’orrore della barbarie sugli ebrei.

Dall’ 8 al 20 aprile. Il ritorno al teatro classico, nel senso più nobile del termine. La scelta di un autore impegnato, severo e complesso attualizzato con garbo: il regista valorizza il bel testo, articolato e ne sottolinea l’attualità, i temi della conflittualità della convivenza umana tra interessi personali e di potere, l’intreccio perverso tra potere politico, stampa, rapporti parentali e drenaggio del consenso. L’interpretazione è affidata al gioco di squadra nel rispetto del testo, reso incisivo dalla scelta di procedere per quadri espositivi con intermezzi musicali ironici. Il gioco della scenografia tra mobilità degli ambienti e fissità dell’impianto base aiuta a mantenere l’unità di azione. Grande cura negli attrezzi di scena e nei costumi. Il gusto del sottotono senza effetti speciali premia. Interessante la capacità di ammorbidire le asperità del testo ibseniano, lasciando solo a pochi lo scontro senza scivolare nella rissa scenica.

TOP