Lunedì, 25 Aprile 2016 15:53

Il Calapranzi - Teatro Libero (Milano)

"Il Calapranzi", per la regia di Corrado D'Elia, porta in scena al Teatro Libero fino al 2 maggio uno dei testi più rappresentati e più rappresentativi di Harold Pinter: l'apoteosi dell'aggressività e della perdita di senso quando paura e incertezza si fanno più palpabili e concreti della materia.

Domenica, 17 Gennaio 2016 22:09

Caligola - Teatro Litta (Milano)

Dal 12 al 24 gennaio. Corrado d’Elia torna a Manifatture Teatrali Milanesi con uno spettacolo cult, emozionante ed appassionato: "Caligola". La modernità di un classico, il sentimento dell’assurdo e il dolore che quando scompare resta una sconfitta; l’irrinunciabilità della passione e l’impossibilità dell’amore di rendere felice; il delirio del potere in tutte le sue derive, fino all’autodistruzione. Un testo potente, affresco di una società senza tempo malata e marcia. Una messa in scena forte, commovente, malinconica, e di grande raffinatezza, per una composizione scenica estremamente estetica ma non didascalica.

E' andato in scena al Teatro Libero di Milano "Hard Candy", uno spettacolo diretto da Corrado d'Elia, di Brian Nelson, tratto da una storia vera portata al cinema nel 2005. Lo spettacolo, interpretato da Alessandro Castellucci e Desirée Giorgetti, indaga il mondo sommerso delle chat, la cronaca dei nostri giorni, la pedopornografia, i risvolti psicologici delle nostre mille facce nascoste, le pulsioni più sotterranee, le perversioni di cui poco comprendiamo, poco sappiamo e per nulla parliamo. Abbiamo incontrato la protagonista femminile Desirée Giorgetti.

Sabato, 24 Gennaio 2015 17:12

La Locandiera - Teatro Litta (Milano)

Dal 13 al 25 gennaio il Teatro Litta ospita Corrado d’Elia, l’amatissimo direttore-attore-regista del Teatro Libero, il quale offre fuori casa una divertente messa in scena ‘bon bon’ creata per un celebre testo goldoniano, "La Locandiera". Si presenta con una compagnia nutrita, composta da Monica Faggiani, Alessandro Castellucci, Gustavo La Volpe, Andrea Tibaldi, Marco Brambilla e Tino Danesi. E’ di Corrado d’Elia, ovviamente, non solo la regia ma pure l’ideazione scenica, mentre le luci sono di Alessandro Tinelli e le foto di scena di Angelo Redaelli. Tutta questo concentrato di talento serve a produrre fin da subito un colpo d’occhio notevole: mentre il pubblico prende posto si ritrova a osservare il palco già illuminato, con un fondale di muri rosa confetto, luci diverse su vari scaffali e costumi indossati da chiunque appaia in scena contraddistinti da colori fluo, o quanto meno stravaganti e plasticosi. Anche la musica è pop, francese, allegra e, incredibile, quando lo spettacolo inizia, i testi sono originali e di antica foggia. Un vero Goldoni sotto mentite spoglie?

Sabato, 06 Dicembre 2014 21:09

Amleto - Teatro Litta (Milano)

Dal 27 novembre al 7 dicembre la Compagnia Teatro Libero è in scena presso il Teatro Litta di Milano con l'"Amleto" di William Shakespeare, proposto con la regia e l'interpretazione di Corrado d’Elia. Versione metropolitana, resa contemporanea, scomposta in quadri di esposizione con dissolvenze luminose e sonore, stridenti, come i sentimenti violenti di Amleto. Una rilettura quasi psicoanalitica dalla parte di Amleto, un’autoanalisi tra follia, coscienza, desideri contrastanti di vendetta e di giustizia: dove finisce l’una e inizia l’altra? Una prospettiva originale, leggermente claustrofobica e ossessiva, un lavoro di grande sforzo per gli attori che devono inserirsi con agilità in una macchina complessa. Ottima l’interpretazione corale. Testo smembrato, ridotto, mai snaturato.

Venerdì, 03 Ottobre 2014 19:18

Milanoir Milanuit - Teatro Menotti (Milano)

In scena dal 26 al 28 settembre al Teatro Menotti di Milano "Milanoir Milanuit", spettacolo scritto dal giornalista Piero Colaprico, esperto del giallo e del noir italiano e internazionale, che con questo testo omaggia a 360 gradi la Milano di ieri e di oggi, tra la cultura popolare della ligera e della mala e gli scandali degli attuali truffatori da quattro soldi che nulla hanno a che vedere con i nobili e affascinanti Vallanzasca, Faccia d'angelo o con i protagonisti della rapina di Via Osoppo.

Bella invenzione al Teatro Elfo Puccini: all’ingresso della Sala Fassbinder consegnano una cuffia che, indossata a luci ancora accese, ci fa sentire un pianoforte che suona, diciamo così, alla Bollani. Un bel swing che vola liberamente sulle note di ‘Marinella’ di De Andrè per cambiare poi in un jazz ritmato, cool. Qui dentro fa caldo e pure le cuffie scaldano la testa, fanno molto inverno, ma la musica è assai gradevole. Tromba dal sound splendido, ottima la band che l’accompagna, a cui segue uno xilofono con fisarmonica; mi spiace non identificare i musicisti, autori di tanta armonia. C’è anche un’arpa, il genere è sudamericano, forse musica argentina ed ecco che nelle cuffie entra la voce di un Andrea Bajani che presenta "La Gentile Clientela" da lui scritto, diretto e adattato da Sergio Ferrentino, con Marco Baliani, Gabriele Calindri, Alessandro Castellucci, Linda Caridi, Giuseppe Salmetti e Deborah Morese in scena. Ci spiega, la voce, che la produzione è della Fonderia Mercury. La quale, aggiungo, con "Audiodays", ripropone la formula già collaudata in due precedenti stagioni con "AutoreVole": testi originali, scritti da Bajani, Bucciarelli, Carlotto, Dazieri e Lucarelli e adattati da Sergio Ferrentino, nuovamente allestiti per tutti quegli spettatori, muniti di cuffie, che vogliono conoscere una "radio da vedere".

TOP