Venerdì, 27 Giugno 2014 17:36

Dolores - Teatro Manzoni (Milano)

Le percosse fisiche fanno male, molto male. E le percosse psicologiche? Meglio non parlarne. Anzi, parliamone. L'errore più grande, più mastodontico sarebbe considerare la violenza sulle donne un argomento di routine. Altro che routine: bisogna sempre che ognuno di noi trovi dentro di sé la forza di scandalizzarsi di fronte a questo scempio, che ha molto a che fare con la brutalità degli uomini primitivi e pochissimo con la civiltà che il genere umano ha costruito nei millenni. Uno spettacolo come Dolores non può risolvere da solo il problema dell'inciviltà, però aiuta.

Mercoledì, 18 Giugno 2014 21:08

Closer - Teatro della Memoria (Milano)

Era una notte buia e tempestosa. I ragazzi, con professionalità d'altri tempi, sabato 14 giugno hanno proposto Closer nonostante in sala ci fossero appena cinque spettatori paganti. Le ragioni di questa diserzione di massa? 1. Fuori pioveva che Iddio la mandava giù, un diluvio che avrebbe turbato anche un espertone in materia come Noè; 2. L'Italia, proprio quel giorno lì, debuttava ai Mondiali color verdeoro (peraltro contro l'Inghilterra, Paese in cui si svolgono le tormentate vicende d’amore del quartetto in scena). A questo si aggiunga un terribile mal di collo della protagonista Alessandra Basile, che l'ha fatta patire parecchio anche durante la rappresentazione. Insomma, una sequela di sfighe difficilmente ripetibile, che però i nostri quattro valorosi eroi - Alessandra Basile, Luigi Guaineri, Dario Merlini e Valentina Pescetto - hanno saputo affrontare con coraggio.

Martedì, 06 Agosto 2013 19:58

Closer - Teatro dei Conciatori (Roma)

La compagnia Effort chiude la prima ricchissima stagione del Teatro dei Conciatori portando in scena "Closer", pièce composta dal drammaturgo inglese Patrick Marber nel 1997, celebre per il suo torbido intreccio narrativo in cui sesso, sentimento, tradimento e morte si intersecano in un groviglio inestricabile, nonchè per la trasposizione cinematografica diretta da Myke Nichols nel 2004, portata al successo planetario da interpreti del calibro di Julia Roberts, Natalie Portman, Jude Law e Clive Owen.

“Siamo in missione per conto di Dio”: questo era il leitmotiv che accompagnava le scorribande dei Blues Brothers. Le nostre due amiche, con più umiltà ma uguale tenacia, lo traducono in: “Siamo in missione per conto della compagnia Effort”. Non è certo per mero capriccio che si sono buttate anima e corpo su questo progetto: è la passione per il teatro, trascinante e inarrestabile, il motore delle loro convulse giornate. Solo il destino porta due biografie così differenti a incrociarsi. Il caso ha voluto che due tipologie fisiche e caratteriali difformi si incontrassero. Da quel dì ormai lontano non si sono più lasciate. Squadra che vince non si cambia, recita il proverbio: dopo il successo di Closer al Tertulliano, hanno trovato ulteriore conferma a questa loro convinzione. Non è la prima volta che da spettatori ci accostiamo al testo di Patrick Marber: ogni volta, il piacere di una storia coinvolgente, che parla di sentimenti, paure e frustrazioni universali. Alessandra e Valentina, come sempre, hanno messo a disposizione il proprio bagaglio di talento e ispirazione creativa. Con l’aiuto dei partner in scena Gianluca Sollazzo e Simone Spinazzè, della regista Adriana Milani e dell’acting coach Michael Rodgers è venuta su una pièce coi fiocchi.

TOP