La compagnia DoveComeQuando porta in scena al Teatro Studio Uno di Torpignattara la sua lettura circense dell’"Opera Panica" di Alejandro Jodorowski, un caleidoscopio di storie ai limiti dell’assurdo che traducono la complessità del vivere.

Il sadico razzista Pretty John ha ucciso a sangue freddo l'indiana Sakayawea e il bambino che portava in grembo nel saloon del Bouncer. Questi, sentendosi in colpa perché in quel momento era assente per una partita a poker, è determinato a portare il colpevole davanti alla giustizia. Ma Pretty John è l'amato figlio dello spietato direttore del penitenziario Deep End, divenuto a sorta di zona franca che ospita i più pericolosi criminali del paese.

Grazie a Living Now che, con il suo portale online di formazione e informazione ricco di contributi significativi incentrati sul benessere psico-fisico in tutte le sue declinazioni, organizza eventi nel settore della crescita personale, Jodorowsky è tornato a Milano. Per una duplice ragione: offrire uno dei suoi tanto amati seminari, “La via dei tarocchi”, che si è tenuto il 31 maggio, e presentare il suo nuovo film “La danza della realtà”. Il film, il primo dopo 23 anni dall’ultimo lungometraggio, uscirà in Italia solo il prossimo autunno.

TOP