Lunedì, 11 Settembre 2017 16:45

“L’exil et le royaume” di Albert Camus

L’ultimo Camus pubblicato in vita, una nota poetica, onirica di grande bellezza narrativa, ammaliante e straniante come l’esilio al quale sono condannati i protagonisti dei racconti, tutti in scacco, senza la capacità di tornare nel regno.

Lunedì, 01 Agosto 2016 17:30

“L’homme revolté” di Albert Camus

Trad. in italiano come L’uomo in rivolta

Un testo fondamentale di riflessione sul Novecento, i suoi sogni di rivolta, i suoi fermenti e i totalitarismi che ne sono derivati. Dalla rivolta alla rivoluzione attraverso il cogito di Camus: “mi rivolto dunque siamo”. Un libro colto, raffinato ed estremamente complesso che non meraviglia abbia attratto molte critiche aspre e sia stato dimenticato. Una rivelazione futuristica e un’analisi spietata dell’uomo come essere sociale. Una professione di solidarietà e accoglienza che diventa una lezione per i tempi che corrono.

Domenica, 17 Gennaio 2016 22:09

Caligola - Teatro Litta (Milano)

Dal 12 al 24 gennaio. Corrado d’Elia torna a Manifatture Teatrali Milanesi con uno spettacolo cult, emozionante ed appassionato: "Caligola". La modernità di un classico, il sentimento dell’assurdo e il dolore che quando scompare resta una sconfitta; l’irrinunciabilità della passione e l’impossibilità dell’amore di rendere felice; il delirio del potere in tutte le sue derive, fino all’autodistruzione. Un testo potente, affresco di una società senza tempo malata e marcia. Una messa in scena forte, commovente, malinconica, e di grande raffinatezza, per una composizione scenica estremamente estetica ma non didascalica.

Domenica, 21 Giugno 2015 20:28

Caligola - Teatro Oscar (Milano)

Voi dite che è un anarchico. Lui crede di essere un artista. Ma in fondo non c’è differenza”. Dal 17 al 28 giugno, dopo il successo del suo debutto, torna al Teatro Oscar di Milano "Caligola" di Albert Camus con la regia di Annig Raimondi. Spettacolo sovratitolato in inglese in occasione di Expo 2015.

Domenica, 10 Maggio 2015 16:16

Noces suivi de L’été di Albert Camus

Il Camus “romanziere”, poeta in prosa nella sua Algeria, il lato meno letto e meno conosciuto ma a mio parere il più suggestivo che non può esistere senza l’altro. Il libro raccoglie i testi pubblicati tra il 1936 e 1937, Nozze e poi ripubblicati in un numero esiguo di copie ad Algeri nel 1938 da Edmond Charlot, senza modifiche e L’estate del 1954. Sono testi di struggente bellezza, per la scrittura sublime, iconopoietica, di struggente sensibilità, classica nel senso più alto del termine. Sono anche dei cahiers di viaggio, dei documenti di luoghi lontani e affreschi di un mondo che non esiste più, scritti in un francese impeccabile, che fremono di sentimenti, di analisi sensoriali eppure non romantici nel senso più ingenuo del termine, quanto innamorati della scrittura e di quella patria del cuore che per Camus fu l’Algeria.

Sabato, 25 Aprile 2015 08:35

Caligola - Teatro Oscar (Milano)

Dall'11 al 26 aprile. ‘Il potere ce l’ho io’, dice l’imperatore Caligola. Nel più bel testo teatrale di Albert Camus, concentrato sul delirio del potere, emerge il contrasto irrimediabile fra individuo e politica. Caligola, forse pazzo, forse geniale, comunque sconvolto dalla morte della sorella Drusilla con la quale aveva un rapporto incestuoso, perde ogni controllo e fa decadere l'Impero. Caligola cancella qualsiasi tabù, abbatte i totem e demistifica la natura degli uomini: incarna la violenza e il male per mostrare che tutto è come appare. Quanto noi contemporanei conosciamo di Caligola è filtrato e inquinato dai secoli e da certe mistificazioni storiografiche. Il suo progetto ha un senso e una direzione. Tramite la morte, restituire la vita. Un monito a saper cogliere la bellezza e la purezza e l'amore in ogni singolo istante della propria esistenza. PACTA . dei Teatri porta in scena al parabola umana di uno degli imperatori romani più controversi al Teatro Oscar di Milano, con la regia di Annig Raimondi.

Fabrizio Gifuni torna nella sua “casa” milanese con un altro appuntamento di reading: Lo straniero, un’intervista impossibile è un successo che riconferma la forza espressiva di Gifuni e l’attualità di un testo, come quello di Camus, che difficilmente può essere etichettato solo come testo esistenzialista.

TOP